Home arrow Pubblicazioni arrow Imposta Municipale Propria
Imposta Municipale Propria PDF Stampa E-mail
Il decreto legge del 21 maggio 2013 n° 54 sancisce che per l'anno 2013 il versamento della prima rata dell'imposta è sospeso per le seguenti categorie di immobili: a) Abitazione principale e relative pertinenze, esclusi i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9; b) Unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, nonchè gli alloggi regolarmente assegnati dagli istituti autonomi per le case popolari (IACP); c) Terreni agricoli e fabbricati rurali. Per le restanti categorie di immobili la scadenza della rata d'acconto resta fissata al 17 giugno 2013.


Presupposto dell'imposta è il possesso di fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli.

Ai sensi del D.L. 54/2013 è sospeso il versamento della prima rata dell’imposta municipale propria per le seguenti categorie di immobili:

  • abitazione principale e relative pertinenze (escluse categorie catastali A/1, A/8 e A/9);
  • unità immobiliari assimilate alle abitazioni principali (anziani ricoverati presso Case di  Riposo e Residenti Estero)
  • unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari, nonché alloggi regolarmente assegnati dall’Istituto Autonomo per le Case Popolari;
  • terreni agricoli e fabbricati rurali.

Sono soggetti passivi di imposta, sia persona fisica che società, in base alle quote di proprietà possedute:

  • i proprietari di immobili (fabbricati, terreni agricoli, aree fabbricabili);
  • i titolari del diritto reale di usufrutto, uso e abitazione;
  • l'ex coniuge assegnatario della casa coniugale;
  • i titolari di locazione finanziaria;
  • i titolari di concessione su aree demaniali. 

ALIQUOTE ANNO 2013 (delibera di Consiglio Comunale n. 49 del 30  ottobre  2012)

Fattispecie

 

Abitazione principale e relative pertinenze (ivi compresi i fabbricati posseduti da cittadini residenti estero e anziani residenti in Istituti di ricovero o sanitari)

0,4%

Fabbricati rurali ad uso strumentale

0,1%

 

Altri immobili

0,76%

Detrazione per abitazione principale

€ 200,00

 

CALCOLO DELL'IMPOSTA

Calcolo dell'imposta on line

La base imponibile si ottiene aumentando del 5% la rendita catastale dei fabbricati e del 25% il reddito dominicale dei terreni (NB - l'aumento percentuale va applicato sempre, anche sulle nuove rendite catastali), applicando al valore ottenuto i seguenti moltiplicatori:

  • 160 per i fabbricati gruppo catastale A (escluso A/10) e categorie catastali C/2, C/6, C/7;
  • 140 per i fabbricati gruppo catastale B e categorie catastali C/3, C/4, C/5;
  • 135 per i terreni (anche se coltivati occasionalmente o incolti);
  • 110 per coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola;
  • 80 per i fabbricati categorie catastali A/10 e D/5;
  • 65 per i fabbricati gruppo catastale D (escluso D/5);
  • 55 per i fabbricati categoria catastale C/1;

La base imponibile ottenuta viene moltiplicata per l'aliquota di competenza.

Dall'imposta ottenuta si tolgono le detrazioni, se spettanti.

La detrazione va suddivisa in parti uguali tra coloro che ne possono usufruire e nel rispetto del numero di mesi di occupazione.

Non è tassabile come fabbricabile, previa comunicazione presentata nei termini, il terreno destinato all'attività agro-silvo-pastorale a cura del proprietario coltivatore diretto o imprenditore agricolo professionale iscritto negli elenchi della previdenza agricola, salvo il caso di reale utilizzazione edificatoria.

La base imponibile è ridotta del 50% per i fabbricati di interesse storico e artistico e per i fabbricati dichiarati  inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati (per il periodo in cui sussistono le condizioni)

COME PAGARE

Il versamento dell'imposta deve essere effettuato entro i seguenti termini:

  • entro il 17 Giugno, versando il 50% dell'imposta dovuta con l'applicazione delle aliquote già deliberate per l'anno 2012;
  • dal 1 al 16 Dicembre, versando il saldo dell'imposta con applicazione delle aliquote eventualmente variate per l'anno 2013;

Codici tributo da utilizzare per il versamento:

  • 3912 abitazione principale
  • 3913 fabbricati rurali ad uso strumentale
  • 3914 terreni agricoli
  • 3916 aree edificabili
  • 3918 altri fabbricati
  • 3925 immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D - quota Stato

N. B. L'imposta va versata interamente al Comune, ad eccezione di quella relativa agli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D per la quale è previsto l'intero versamento allo Stato, salvo eventuale  variazione in aumento delle aliquote; in tal caso, la differenza sarà devoluta al Comune  quando sarà effettuato il  saldo dell'imposta.  

IMPORTO MINIMO 

Non è dovuta l'imposta se complessivamente è inferiore a € 2,50. 

COME PAGARE IN CASO DI DIMENTICANZA

Il contribuente, prima dell'inizio dei controlli, può sanare, dandone comunicazione all'Ufficio, di sua iniziativa, le violazioni commesse mediante "ravvedimento operoso" che consente di ridurre le sanzioni, applicandole all'imposta da versare, come segue:
- 0,2% dell'imposta per ogni giorno di ritardo se il versamento avviene entro il 14° giorno dalla scadenza;
- 3,00% dell'imposta se la regolarizzazione avviene dal 15° al 30° giorno dalla scadenza;
- 3,75% dell'imposta se la regolarizzazione avviene dal 31° giorno alla scadenza della presentazione della dichiarazione IMU;

Alle sanzioni di cui sopra vanno aggiunti gli interessi legali (2,5% annuo), con maturazione giorno per giorno, computati dalla scadenza non rispettata fino al giorno di effettivo pagamento.

E' necessario versare contestualmente imposta, sanzione ed interessi, consegnando copia all'ufficio. 

COME CHIEDERE IL RIMBORSO

Il contribuente può richiedere, entro 5 anni dal giorno del versamento, il rimborso della maggiore imposta versata o non dovuta, utilizzando l'apposita istanza. 

 
< Prec.   Pros. >

Pari Opportunitą



Concorso bardicchia

 

pagopa



Bonus idrico



tributi


Calcolo IUC 2017
 
approfondimento su

LLPP Urbanistica 2015-2017

Progetto DEHORS

Raccolta differenziata



Bilancio 2016/2018


Xilella


Documento di ricerca - Xylella fastidiosa - a cura del Gruppo LAIR & Prof L De Bellis

Cittadini InterAttivi

Teatro comunale

Portale S.A.C.

 

ConsulEnte



Gli Eventi nella Cittą


Rigenerazione urbana


3 Minuti per Mesagne

 

Mesagne che vuoi

Webcam

Guida Turistica

Storia
Itinerari
Visite Guidate

Area Video

Visite virtuali

riga.jpg
Bentornati
riga.jpg
© 2017 Cittą di Mesagne - Sito Istituzionale - Partita Iva 00081030744 | via Roma, 4 | tel 0831.732111 | fax 0831.777403
| PEC: info@pec.comune.mesagne.br.it |
| Amministrazione Trasparente | Note legali | Privacy |

Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.