Home arrow Pubblicazioni arrow Educare alla legalit?, promuovere la partecipazione
Educare alla legalit?, promuovere la partecipazione PDF Stampa E-mail
STRATEGIE PER COSTRUIRE LA CITTADINANZA
Mercoledì 21 febbraio 2007 alle ore 19.00 presso presso l'Auditorium del Castello a Mesagne


Intervengono:
Aldo Faienza, direttore USP Brindisi
Rossella Diana, pedagogista e autrice del libro "Le regole del gioco"
Mariano Longo, docente di Sociologia - Università degli Studi del Salento
Damiano Franco, vice presidente della Provincia di Brindisi

Modera e conclude:
don Raffaele Bruno, referente regionale "Libera"

Con il patrocinio del Comune di Mesagne e della Provincia di Brindisi e con la collaborazione dell'Ufficio Scolastico Provinciale


 "Libera - Associazioni, nomi e numeri contro le mafie" è da sempre impegnata nella costruzione di una cittadinanza attiva e responsabile, anche attraverso i programmi di educazione alla legalità sia in ambito scolastico sia extrascolastico. Obiettivi specifici di tali programmi sono la promozione di conoscenze, abilità, atteggiamenti e valori relativi a concetti quali la legge, l’uguaglianza, il potere, la libertà, la proprietà e la giustizia.

In questo modo Libera promuove una cultura della legalità in grado di educare i membri di una collettività a sentirsi comunità, alla valorizzazione delle regole come strumenti di convivenza, al rispetto di norme stabilite, e perciò convenzionali, ritenute essenziali per la promozione stessa dell’aggregato sociale. In qualsiasi comunità sia essa scuola, famiglia, gruppo dei pari, società, è indispensabile, infatti, darsi delle regole per garantire a ciascuno dei suoi membri uno spazio di dignità e di libertà personale, nell’interazione costruttiva con gli altri. Non sempre, però, questo principio è chiaro e condiviso da tutti. La realtà ci insegna, purtroppo, che anche tra bambini è diffusa la pratica della trasgressione, dell’inganno, della prevaricazione, della violenza, strettamente legato al fenomeno dell’illegalità.

Promuovere nelle persone la capacità di comprendere, vivere e contribuire positivamente alle comunità di appartenenza vuol dire sviluppare, a lungo termine, responsabilità di cittadinanza attiva. La cittadinanza attiva si realizza principalmente modificando l’idea che le persone debbano essere soltanto sottoposte alla legge. Essere cittadini attivi significa cogliere la dimensione della reciprocità esistente tra la legge e le persone.
La costruzione sociale è un fatto di cultura in quanto si basa sul modo di essere delle persone, sul loro modo di pensare, di stare insieme e di rapportarsi allo Stato. Ecco perché la società civile deve rispondere al fenomeno dell’illegalità diffusa, dandosi una strategia di “prevenzione educativa” che lavori per la formazione delle coscienze fin dall’infanzia.

Informazioni:
Alessandro Leo
349.7417950
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 
< Prec.   Pros. >

Bonus idrico



tributi


Calcolo IUC 2017
 
approfondimento su

LLPP Urbanistica 2015-2017

Progetto DEHORS

Raccolta differenziata



Bilancio 2016/2018


Xilella


Documento di ricerca - Xylella fastidiosa - a cura del Gruppo LAIR & Prof L De Bellis

Cittadini InterAttivi

Teatro comunale

Portale S.A.C.

 

ConsulEnte



Gli Eventi nella Cittą


Rigenerazione urbana


3 Minuti per Mesagne

 

Mesagne che vuoi

Webcam

Guida Turistica

Storia
Itinerari
Visite Guidate

Area Video

Visite virtuali

riga.jpg
Bentornati
riga.jpg
© 2017 Cittą di Mesagne - Sito Istituzionale - Partita Iva 00081030744 | via Roma, 4 | tel 0831.732111 | fax 0831.777403
| PEC: info@pec.comune.mesagne.br.it |
| Amministrazione Trasparente | Note legali | Privacy |

Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.